Dolcezze d’autunno…

Una folata di vento più forte fece sì che molte foglie si staccassero dalla materna mano dei rami. Qualcuna arrivò sulla terrazza e, dopo qualche mulinello per aria, si depositarono qua e là per la terrazza. Ancora verdi ma già condannate. Filippo disse:
– Presto ve ne saranno tante altre. I prati e gli alberi si coloreranno e il parco sembrerà un bel quadro impressionista.
E l’uomo aveva ragione. Il vento si portò via i pochi giorni che rimanevano di ottobre e arrivò novembre, con la sua pioggia fitta, sottile, che rende tutto fradicio. Le foglie ingiallirono e poi arrossirono, qualcuna si staccò e altre la imitarono. I prati che Cherubina aveva visto ancora verdi, si ricoprirono di quelle foglie morte, che minacciavano di essere maciullate dalla pioggia.

Dolcezze d’autunno dalle pagine di “Voci di Cicala”
Buon week end lettori!

vociautunno

In vacanza…con voi!!

vociVoci di Cicala” va in vacanza…con voi!! Sulle spiagge o sui monti continuate a leggere e a parlare del romanzo! Il passaparola è un modo divertente per conoscere nuove persone e per aiutare la crescita di un libro che vi è piaciuto. Consigliatelo ai vicini di ombrellone o di passeggiata e dite la vostra scrivendo sulla pagina Facebook, sul blog  o su Twitter con l’hastag #VocidiCicala